Pulizia e manutenzione della passeggiata

Sestri Levante, passeggiata a mare: siamo sicuri che sia un luogo dove camminare tranquilli, senza paura di cadere?

2017-8-29-stato-passeggiata-2La realtà non è assolutamente quella. Già la scelta della pavimentazione aveva suscitato molte proteste. Si cammina male rischiando continuamente di inciamparsi. Se poi non esiste manutenzione e i lavori erano stati eseguiti male e con pessimo materiale il risultato non può 2017-8-29-stato-passeggiata-1che essere negativo

La pulizia delle strade: la passeggiata delle meraviglie

Sestri Levante, città del turismo e dell’accoglienza. Come ci piacerebbe che fosse così.

 2017-8-29-stato-passeggiata-6Invece continuano a piovere segnalazioni sulla sempre crescente sporcizia che caratterizza la città . Anche l’incuria e la mancata manutenzione di luoghi che dovrebbero essere un biglietto da visita contribuiscono a rendere questa città un nebbioso ricordo di ciò che era. Sembra che uno sia molto anziano e aggrappato ai ricordi. Non è così. Le segnalazioni vengono dai giovani, da persone che vorrebbero godere di ciò che la natura ha regalato e l’uomo, fino a un certo punto, ha valorizzato.

Ecco la passeggiata a mare, fotografata verso l’Ottagono e oltre. Le foto sono la testimonianza più eloquente. Sestri rischia di 2017-8-29-stato-passeggiata-5essere relegata a città infrequentabile da chi magari l’ha sempre amata e considerata una perla. Quando si guardano le foto del paesaggio o di qualche tramonto non si può fare a meno di innamorarsene. Poi la realtà è come uno schiaffone dato che lascia assolutamente sbigottiti e senza fiato

Ma chi farà la manutenzione del Nuovo parco Mandela?

Ormai la disillusione regna sovrana. Ampliare gli spazi verdi è, in teoria, meritorio e volto a migliorare la vita di cittadini. Ma ormai le segnalazioni negative non si contano più. È vero che ci stanno facendo credere che i gestori delle attività inserite nel nuovo Parco Mandela si faranno carico della manutenzione del verde. (Ma i gestori avranno in carico solo due piccole parti de parco, quelle tratteggiate in rosso. E il resto?) Ma come faranno nei mesi in cui, volenti o nolenti, l’affluenza sarà molto scarsa? Teniamo conto  che le due attività proposte e per cui è stato emanato un bando sono rivolte ai bambini. Ma in inverno, a parte i problemi legati al tempo atmosferico, i bambini vanno a scuola e quindi hanno ben poco tempo a disposizione nel pomeriggio, le giornate sono più corte e ……….. come faranno i gestori a incassare abbastanza per sobbarcarsi l’onere della manutenzione? Le due attività proposte sono il circuito di enduro (pump track) e il percorso avventura sui poveri miseri pini esistenti. Il resto del parco chi lo curerà? Quando ci saranno spettacoli (ci sono ben due palchi) chi riparerà i danni ovvi che già solo il calpestio di tante persone comporta? Non possono certo obbligare tutti ad andare con scarpe da ginnastica!!! I tacchi delle scarpe possono rovinare completamente il fondo della pista di atletica, di salto in alto e di salto in lungo, senza nessun comportamento scorretto!! E allora?

A PAGARE SARANNO SEMPRE E SOLO I CITTADINI

nuovo-parco-mandela-5-8-2017-figura

la censura vergognosa sul sit-in del 24 dicembre

Il comitato di cittadini ha organizzato un sit-in  per domani 24 dicembre alle ore 10 alla rotonda della COOP contro la chiusura dell’Aurelia, ma soprattutto contro tutti i danni che questa chiusura sta provocando. Ieri il Comitato ha cominciato a distribuire e ad affiggere i volantini perchè tutti possano conoscere questa iniziativa. Bene qualcuno ha dato l’ordine agli spazzini  di rimuovere tutti i volantini del comitato, e di lasciare invece tutti gli altri riferiti a cenoni, festeggiamenti. È una VERGOGNA, una forma di CENSURA ODIOSA che dimostra come l’Amministrazione non ascolti la voce dei cittadini e non permetta loro di esprimersi. Ripropongo qui il volantino. il comitato va avanti con il sostegno di tutti coloro che credono ancora nel diritto di poter esprimere anche il proprio dissenso

SABATO 10 dicembre rosso

Giorno per giorno la protesta continua

Ci sono dei cittadini così esasperati dai problemi connessi alla chiusura dell’Aurelia che tutte le notti appendono uno striscione ogni volta diverso. Infatti hanno ampio margine di scelta su quale aspetto mettere in evidenza. E li creano, spendendo tempo e denaro per mostrare tutta la loro esasperazione, la preoccupazione per la salute, soprattutto dei bambini, la loro amarezza. Sul sito del Comune, sulla destra c’era “Città partecipata” un invito ai cittadini a partecipare agli studi sulle varianti del PUC. Per fortuna la casella è scomparsa perché tutti si sentono presi in giro da decisioni prese dall’Amministrazione senza mai consultare i diretti interessati. Ma mentre il sentire il parere dei cittadini coinvolti non fa parte delle attività previste, la rimozione degli striscioni è immediata. Perché tanta solerzia?

IMG-20161213-WA0001IMG-20161213-WA0005

 

 

 

 

 

 

IMG-20161215-WA0001

IMG-20161216-WA0001

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Nel decantare il progetto di questo meraviglioso parco, che negli spot pubblicitari,  costituirà il polmone verde della città, non si è assolutamente tenuto conto dell’impatto che lo spostamento  del traffico su via Baden Powell e vie limitrofe  ha sulla qualità della vita. Non saranno certo quei pochi alberi previsti (ma ben lontano dalle case) e destinati molti a morte prematura, come già accade nella parte del parco  finita,  che modificheranno la qualità dell’aria!

POLMONE VERDE NO POLMONE NERO

 

Negli anni 60 Caterina Caselli cantava una splendida canzone: “Nessuno mi può giudicare, lo so” i cui primi versi recitano: “la verità mi fa male, lo so” Chissà perché questa canzone è ritornata improvvisamente in mente

Caterina Caselli

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

L’Intervento in Consiglio Comunale sull’Ospedale reso attuale dai problemi connessi alla chiusura dell’Aurelia

Ospedale sestriDurante  il Consiglio Comunale del 25 novembre scorso, uno dei punti all’ordine del giorno era la situazione e la sorte dell’Ospedale di Sestri Levante. L’intervento del Consigliere Scartabelli era stato chiaro e richiamava il Sindaco a uno dei suoi doveri primari: quello della tutela della salute dei cittadini. Ovviamente ben poco è stato recepito dell’intervento anche se la legge parla chiaro. Gli avvenimenti di questi giorni con il traffico caotico che ammorba l’aria e rende la vita molto disagevole a chi vive in quelle zone dimostrano che al Sindaco non importa assolutamente nulla della salute  dei suoi cittadini. L’unica preoccupazione è quella di far levare immediatamente gli striscioni che gli abitanti esasperati appendono. Forse teme che essi si rendano conto fino in fondo delle politiche demenziali portate 2016-12-12 viale Dante ore 17 (1)avanti dalla sua Amministrazione

Ecco il testo dell’intervento letto in Consiglio:
“Ogni volta che, da una questione emergono porcherie si imputa a fantomatici predecessori, (di cui mai si fa il nome) la responsabilità di averle lasciate in eredità.   Forse perché tra predecessori e successori non esiste nessuna differenza.
Qualunque sia la situazione dei nostri amministratori, voglio ricordare che, nell’ordinamento italiano il Sindaco e l’organo monocratico a capo del governo di un comune, e che per l’articolo 50 del Decreto Legislativo 267 del 2000, il Sindaco è l’organo responsabile dell’Amministrazione del Comune; e rappresenta l’Ente;…………….e tra le molte attribuzioni, adotta le ordinanze contingibili e urgenti in caso di emergenze sanitarie o di igiene pubblica anche se solo a carattere esclusivamente locale.
Il Sindaco è quindi AUTORITÀ SANITARIA LOCALE e in questa veste ai sensi dell’articolo 32 della legge 833 del 1978 e dell’articolo 117 del Decreto Legislativo N° 112 del 1998 può emanare ordinanze contingibili e urgenti con efficacia estesa al territorio comunale quando si presentino, condizioni ambientali compromettenti  la sanità e l’igiene pubblica.
Ricordo a Lei Sig sindaco che in data 17 / 11 / 2014, alla richiesta di documentazione riguardante lo stato di salute sul territorio comunale al Consigliere Stagnaro è stato risposto per iscritto, che presso il Suo ufficio non esisteva niente del genere e che la richiesta era stata trasmessa al Direttore Sanitario dell’ASL 4 chiavarese.
In data 13 / 01 / 2015 il Direttore sanitario  Dott. Gaddo Flego comunicava che avevano cominciato a riflettere sulla possibilità di utilizzo dei dati a fini epidemiologici e bontà sua aveva sollecitato ad una riflessione anche l’Azienda Sanitaria Regionale.
Ma, che non esistevano dati statisticamente utili

A tutt’oggi, pare che gli sforzi riflessivi per conoscere  lo stato di salute  dei cittadini non siano approdati a niente, anzi è più corretto dire, che non si è proprio fatto niente.

Anche se allo stato attuale, per l’effetto di una modifica alla legge 833/78 non è più il sindaco a gestire il Servizio Sanitario, ad esso sono rimasti affidati  dal Decreto Legislativo 299/99 (decreto Bindi) i poteri di programmazione, di controllo e di giudizio sull’operato del Direttore generale  dell’ASL.
I compiti ed i poteri del sindaco sono quindi, comunque ampi.
Soprattutto, il Sindaco deve conoscere lo stato di salute della popolazione, deve prendere provvedimenti se le condizioni ambientali sono invivibili, evitare che esistano pericoli incombenti e, per la direttiva Seveso, deve informare la popolazione dei rischi cui è sottoposta.

Non siamo, come Gruppo Segesta Domani Liste Civiche pregiudizialmente contrari:
- alla convocazione di un Consiglio Comunale straordinario per parlare del futuro dell’ospedale di Sestri Levante.
- a richiedere, in tale circostanza, la presenza dell’Assessore Regionale Sonia Viale e dell’ASL4.
Anche se non ci aspettiamo niente di più che giustificazioni di tipo economico e di corrispondenza al bacino di utenza.
Proponiamo un emendamento dell’ordine del giorno, formulando così la richiesta:

Il Consiglio Comunale di Sestri Levante chiede:

al Sindaco e alla Giunta la convocazione di un Consiglio Comunale straordinario con unici punti all’ordine del giorno:
1       La costituzione di una commissione paritetica e a costo zero che
possa avvalersi anche di collaborazioni esterne, onde la stessa
commissione lo ritenesse necessario.

E che tale commissione, sia investita del giusto potere di accesso ai
dati e possa lavorare in stretto rapporto con l’ufficio statistiche con
la Direzione Sanitaria della ASL 4, per l’approntamento dei registri
necessari al  monitoraggio delle condizioni di salute della
popolazione per la definizione di quale struttura
ospedaliera necessitiamo

2       La convocazione dell’Assessore Sonia Viale e del Direttore
Generale dell’ASL4, perché spieghino al C.C. quali sono i propositi
in corso rispetto alla struttura ospedaliera di Sestri Levante.

Siete difronte alla scelta di respingere questa proposta, o di farla vostra,
noi la approveremo.
Ѐ doveroso ricordarvi che se il Sindaco è il responsabile della condizione di salute della popolazione del Suo territorio, il Consiglio Comunale condivide questa responsabilità.

IMG-20161124-WA0001

Quando il Sindaco asserisce che la capacità di scorrimento del traffico nel nuovo percorso è doppia rispetto a quella di via Fascie , non si capisce chi le abbia fornito tali dati. Ogni giorno arrivano testimonianze e foto che la realtà è opposta. I danni alla salute ci sono eccome, solo che saranno evidenti fra alcuni anni e questo Sindaco non sarà più in carica, permettendole così di farsi beffe dei cittadini danneggiati da progetti insensati.  O è un mago?maga sulla scopa

 

 

Le inutili reti di sassi salva parcheggio e la sporcizia

pulizia spiaggia 14-11-2016 (4)Siamo di nuovo in autunno inoltrato. Sestri assume il fascino della città ormai sonnacchiosa, con pochi rari turisti, ma pur sempre bella. Ci verrebbe da dire che merita il rispetto di chi ha il compito di pulizia spiaggia 14-11-2016 (1)mantenerla al meglio. Ci sono infatti incontri con operatori turistici, compresi quelli dedicati agli sposalizi. Che figura facciamo se mostriamo quello che si vede in giro?

Qui ci sono alcune foto della spiaggia scattate l’11 novembre. Ci sono i sacchi di pietre messi a difesa del parcheggio, che giacciono sconsolati sulla spiaggia quasi a sporcarla, come hanno sempre fatto, senza mai servire allo scopo,  e costati ben 90.000 euro!! E poi la sporcizia. È vero che c’è stata una  mareggiata ma dare una pulita alla spiaggia non sarebbe male!!! O forse no?

pulizia spiaggia 14-11-2016 (5)

 

Evviva la raccolta differenziata ben fatta!!!

Si leggono sempre sui giornali lodi sperticate riferite alla raccolta differenziata che ha raggiunto traguardi impensabili. Il Comune ha anche aderito al movimento “Rifiuti zero”. Ma quale prezzo stanno pagando i cittadini per una raccoltaArdito M davanti a case viale Roma 18-11-2016 mal
fatta, e che comporta solo grandi disagi e sporcizia?
Siamo stati i primi ad aderire a “Rifiuti Zero”, ma guardando come esempio i Comuni realmente virtuosi e che fanno anche pagare ai cittadini la tariffa puntuale (in base alla effettiva produzione di rifiuti unita alla raccolta differenziata attenta). A Sestri le percentuali di raccolta differenziata sono stratosferiche se pensiamo solo a un anno fa. Ma a che prezzo! Sporcizia ovunque, mancanza di cestini e i sacchi messi in strada che spesso volano via, sono danneggiati dagli animali. Siamo a Novembre, il turismo ormai è assente e quindi non dovrebbero esserci emergenze. Ecco invece una foto inviataci da un cittadino che abita in viale Roma. Pur rispettando il calendario, la situazione che si crea è degna delle baraccopoli!! Evviva dunque il primato raggiunto!!!

 

COMUNICATO STAMPA DEL “COMITATO PER SESTRI LEVANTE 2016”

Ѐ con estrema amarezza e disappunto che il Comitato, nei suoi rappresentanti Cozzi, Minaglia, Moracchioli, deve constatare il totale silenzio da parte dell’Amministrazione Comunale, nonostante siano passati 23 giorni dalla data di costituzione del Comitato con la presentazione della regolare documentazione alla Segreteria Comunale. 

Ci si sarebbe aspettati dalla Giunta e dal Sindaco, che si dicono democratici e vicini ai cittadini, una rapida risposta allo scopo di permettere l’esercizio del diritto degli stessi di partecipare attivamente alle decisioni che riguardano il proprio futuro.

Tutte le evidenze invece portano a supporre che la promessa di una reale partecipazione dei cittadini, tanto sbandierata dal Sindaco in campagna elettorale, non venga mantenuta e che l’intenzione sia quella di procrastinare al massimo la riunione del Collegio dei Garanti, (che da regolamento deve garantire una valutazione al massimo entro e non oltre il 25 Novembre).

La dilatazione dei tempi ha l’evidente scopo di far proseguire i lavori iniziati in fretta e furia il 01/08/2016 e continuati senza interruzione per tutto il mese di Agosto, con il chiaro intento di mettere la cittadinanza di fronte al fatto compiuto.

Chiediamo pertanto al Sindaco di esporsi pubblicamente sulle intenzioni dell’amministrazione riguardo al referendum proposto dal Comitato per Sestri Levante 2016 e a dichiarare con chiarezza se intende onorare il diritto dei cittadini di Sestri Levante di esprimere il parere sull’utilizzo esiziale dell’area di Cantine Mulinetti.

 

Manutenzione strade e marciapiedi

20160810_19340820160810_193426Siamo nei giorni centrali di Agosto. Per fortuna molti turisti sono arrivati. Ma purtroppo devono sempre fare i conti con l’assoluta inefficienza di un’Amministrazione che non sa pensare e/o attuare ciò che veramente serve a questa città. Oggi, 15 agosto, è arrivata l’ennesima segnalazione di un turista, una persona giovane e atletica. Camminava sul marciapiede di via Mazzini e portava le borse della spesa. Arrivato all’altezza del civico 302 è caduto malamente, a causa dello stato folle di manutenzione dei marciapiedi e ci ha portato ampia documentazione fotografica. Vedere per credere!! La prossima volta scatterà la denuncia, non fatta subito solo per i tempi della giustizia italiana!

Quei masselli in cemento autobloccanti, che formano il marciapiede, sono stati, probabilmente, molto mal posati e quindi si staccano, si sollevano  e causano notevoli problemi a chi cammina. È vero che quel marciapiede non è stato fatto da questa Amministrazione ma è dovere di chi governa una città, piccola o grande che sia, provvedere alla manutenzione!!!!

Sabato scorso, al mercato, una signora è caduta, ferendosi a entrambe le ginocchia, per lo stesso motivo: masselli sconnessi!!

Lasciamo da parte, una volta per tutte, i voli pindarici o i lavori che servono solo ad avere pagine di giornale per auto incensarsi e provvediamo invece  a quei lavori che generano benessere nei cittadini e nei turisti!!!!!

Vogliamo essere seri, una volta tanto?

Piazza del Mercato (Piazza Aldo Moro)

2016-07-30 Piazza Moro dove signora caduta (1)

 

PARCHEGGI, PARCHEGGI, E ……… PARCHEGGI FOLLI

2016-08-13 parcheggi folli in via Fascie (4)Siamo nel periodo di Ferragosto. Per fortuna sono arrivati molti turisti, il clima è ideale, ben soleggiato e la situazione mondiale ha spinto molti italiani a rimanere nel proprio paese, e molti stranieri a venire in un paese dove, fortunatamente, non ci sono ancora stati attentati.  Ma Sestri, in questo mese di agosto, sicuramente raddoppia la sua popolazione. È un fatto estremamente positivo per l’economia cittadina, ma ci sono problemi che esasperano queste persone. È anche vero che i maleducati e prepotenti sono troppi, ma, ci sono anche persone splendide che si trovano realmente ad affrontare problemi quasi irrisolvibili e che li esasperano. Uno dei tanti è il problema dei parcheggi. Non basta assolutamente il nuovo parcheggio della2016-08-13 parcheggi folli in via Fascie (5) stazione, dove i posti liberi sono 131, un’inezia, ma diventano a pagamento nel weekend (tra i 7 e i 10 euro per 10 ore di sosta). E allora succede che le persone mettano la macchina dove possono (o talvolta dove vogliono) incuranti dei problemi che creano, come accade in via Fascie, dopo piazza della Repubblica andando verso Riva. E i pedoni, soprattutto quelli che abitano in quelle case, non sanno più dove andare!! Ma progettare parcheggi di periferia con un serio servizio navetta è veramente chiedere troppo? Vorrebbe semplicemente dire che si è attenti a ciò di cui ha bisogno una città turistica che, nel turismo, deve trovare fonte di introiti!!!

Quanto è difficile stare calmi se si ama questa città

Una storia di neppure 24 ore.

Tombini davanti a Rossignotti 13-7-2015 (1)Ieri sera, 9 luglio, due turiste sono andate a cena fuori e per recarsi al ristorante hanno dovuto percorrere tutto il caruggio. Sulla strada del ritorno camminavano lentamente per godersi il fresco della sera, molto piacevole. Ma ogni volta che passavano davanti a un tombino, rimanevano scandalizzate per la puzza. Possibile che l’Amministrazione se ne freghi? È secoli che questo problema viene denunciato!!

Stamani apriamo Facebook e ci colpisce subito la foto del Petronio, ricco di tutto e di più. Ma non hanno stanziato parecchi soldi per la pulizia dei rii? Direi proprio di sì visto che con la delibera di giunta 159 del 18Petronio 15-10-2015 (6) luglio hanno stanziato ben 25.620 € per la pulizia del Gromolo e del Petronio e 46.360 € per i rii minori. Sappiamo benissimo che non è la pulizia dei rii che toglie la puzza dai tombini, ma, se ben fatta, permette di scoprire gli scarichi abusivi e questo centra eccome. L’altro problema è quello dannosissimo delle condotte fatiscenti e dello sversamento di acque nere. Ricordiamo poi la mancanza di un depuratore che tale possa chiamarsi e il rotostaccio di Riva non è appunto un depuratore e quello di Sestri è uno pseudo “depuratore” assolutamente insufficiente. Forse non sarebbero questi i lavori che dovrebbero avere la precedenza su tutto?

Terzo problema esploso oggi. Solo pochi giorni fa avevamo criticato il restyling della piazza della Stazione con quel parcheggio taxi totalmente illogico. Ma non ne avevamo evidenziato tutta l’assurdità. Infatti sul Secolo XIX  di oggi 10 agosto i tassisti lamentano tre cose. 1) hanno dimenticato di spostare la colonnina del telefono da dove era prima il parcheggio al parcheggio attuale!!!!!!!!!  2) – e questo l’avevamo già sottolineato – è disegnato talmente male che se un taxi è parcheggiato un po’ indietro, anche solo in seconda fila, deve chiedere al/ai taxi davanti di spostarsi se ha necessità di uscire. 3) – su questo non avevamo riflettuto – essendo in pieno sole senza la possibilità di un filo d’ombra (quei tre alberelli non servono a nulla e ci vorranno anni prima che compiano il loro dovere,  i taxi diventano dei forni crematori se solo osano fermarsi lì.

Parcheggio piazza stazione

La domanda è sempre la stessa. Ma chi fa i progetti e chi è il direttore dei lavori a cosa pensa mentre stende il progetto o mentre ne controlla l’esecuzione?

Chi gode appieno della passeggiata a mare?

Non certo i turisti!!

Mattina presto del 7 agosto 2016. Una turista, in perfetta forma, ama fare jogging anche molto presto. A quell’ora poi puoi farlo tranquillamente in passeggiata. Non ci sono certo turisti che la affollano camminando pigramente su e giù, tra una chiacchiera e l’altra.

E correre lungo la passeggiata dovrebbe permettere di respirare a pieni polmoni l’aria di mare, contemplare lo stupendo paesaggio, insomma godersi questa Sestri così malconcia.

Ma le sorprese spiacevoli arrivano subito. Ecco quanto ha fotografato in passeggiata più o meno all’altezza del Gromolo!! Ci ha ricordato che il Sindaco, nel comunicato stampa del 1 luglio, aveva solennemente promesso più sorveglianza anche in passeggiata. Perché all’Amministrazione è permesso sparare fandonie tanto per prendere in giro i cittadini e convincere i creduloni di essere un’Amministrazione del fare? Pensate anche alle questioni igieniche, con bambini che ci si arrampicano sopra e poi portano le mani alla bocca senza ovviamente essersele lavate!!

07-08-2016 passeggiata altezza Gromolo

Pulizia dei corsi d’acqua: il Gromolo

Gromolo 22-7-2016 (1)Fin dallo scorso anno l’Amministrazione si era impegnata nella pulizia dei corsi d’acqua. Già allora avevamo contestato il modo in cui questi lavori erano stati solo in parte eseguiti. Ad esempio il taglio della vegetazione infestante era stato fatto, triturando il tagliato e lasciandolo in loco, appenaGromolo 22-7-2016 (2) coperto da uno strato di terra. Avevamo denunciato questo sistema perché le prime piogge avrebbero rimosso le coperture rimettendo tutto in circolo con l’aggravante che essendo materiale triturato, avrebbe inquinato ancora di più. Eppure solo per il Gromolo avevano speso 11.590,00 euro!!

Certo miglioramenti non ce ne sono stati. La causa non sarà quella appena citata, ma la situazione risulta ancora più grave.  Qual è la causa di un simile stato?

Il 22 luglio il Gromolo si presentava così!!